Settore 3-SAVIUS

Gelo, roccia e ghiaccio caratterizzano questo settore, tuttavia qui sorge la città formicaio di Paenumbra I, nota per le grandi camere di ibernazione collettive (durante i lunghi inverni eterni che cadono ogni 30 anni circa e durano 2 anni), e lo spazioporto Orgoglio di Marte,per i voli interni al pianeta. Ancora operativa la vecchia stazione di comunicazione Aiace situata a Sud delle miniere di Cryocristalli (le voci che raccontavano di strani ritrovamenti necrontir nelle miniere 3 e 7 sono state giustamente smentite e gli spergiuri soppressi già da qualche settimana). Attualmente le forze del Caos hanno messo a ferro e fuoco il settore, occupando i suoi punti strategici principali e cingendo d'assedio la città formicaio di Paenumbra I, che nonostante la situazione disperata si rifiuta eroicamente di capitolare, protetta da un pugno di eroici combattenti... tuttavia tutto il settore è dominio incontrastato delle forze rinnegate.

Controllo del settore: CAOS
-APERTA FAGLIA WARP-

Lealisti 6 - Caotici 22 - Orki 10 - Tiranidi 10
  1. SPAZIOPORTO ORGOGLIO DI MARTE: Lealista
  2. NODO DI ESTRAZIONE DELTA: Caos
  3. ANTICHE NECROPOLI XENO: Caos
  • PAENUMBRA I: Lealista
BATTLE REPORT LUGLIO


Datacode 006-Vittoria Strategica Lealista
Kaat il Massacratore era inginocchiato in preghiera davanti al grante altare oscuro eretto all'inizio della terza guerra, con numerosi teschi di guardie Yalokiane, lupi siderali e qualche guerriero del fuoco tau. Nonostante il vento gelido che gli colpiva il volto, la sua concentrazione nella preghiera era assoluta e le sue blasfeme lodi agli dei oscuri risuonavano solenni. Al termine della cerimonia si alzò in piedi, sicuro della protezione degli dei oscuri e di una futura ed inevitabile vittoria, ma il sorriso svanì quando vide avvicinarsi un luogotenente con passo rapido e volto ricolmo di tensione ed ira. << Che sciagurate notizie porti?! >> Kaat chiese anticipando in maniera brusca il suo servo, voltandosi completamente verso di lui, il luogotenente si inginocchiò d'innanzi alla tetra figura in armatura terminator dicendo con voce sommessa << Possente Kaat il massacratore! Gli Yalokiani si stanno muovendo, hanno abbandonato in forze la cittadella per riversarsi con numerosi aereomobili verso sud! >> terminata la frase, il sottoufficiale chiuse gli occhi, in attesa di una probabile reazione violenta del suo crudele signore, ma Kaat sfogò la sua frustrazione urlando ordini a tutti coloro che erano attorno a lui, per cercare di comprendere cosa stava architettando il nemico.
L'esecutore del 5° Reggimento Yalokiano Nikolaus sorrise con perfidia nell'udire varie esplosioni all'esterno dello scafo del valkirie, a una sessantina di metri circa da loro, nel contempo osservò i selvaggi aggressori velg attorno a loro, mentre affilavano le loro asce. Anche le comunicazioni via radio erano positive, oramai era stato annunciato che i vendetta stavano intercettando e distruggento i vairi Hell Blade Chaos Fighers presenti nei pressi dell'astroporto Orgoglio di marte, oramai anche i veicoli leggeri come sentinel e Hellhound erano stati sganciati poco distanti dall'istallazione ed avevano ingaggiato i difensori dell'impianto.
Quando Nikolaus e la sua squadra scesero dalla rampa posteriore del valkirie, cosero subbito dietro delle solide barricate abbandonate dai traditori che si estendevano tra due rampe di atterraggio di atterraggio. Raggiunta la posizione, l'esegutore cominciò a scrutare le varie strutture. Era buio e le poche fonti di luce erano costituite dalle luci di emergenza dell'astroporto, fiamme dei rottami sparsi qua e la e dei riflettori dei due sentinel corazzati che alle loro spalle avanzavano per posizionarsi dietro di loro. Tutt'attorno erano visibili gli scontri delle piccole battaglie circostanti. Ma a far preoccupare Nikolaus era l'assenza delle guardie traditrici a difesa della posizione strategica, l'unica loro traccia era la presenza di uno sparuto numero di cadaveri sparsi qua e la causati dal bombardamento preliminare dei Valkirie, ma ora era tutto silenzioso.
L'esegutore meditò qualche secondo prima di parlare poi cominciò a dare severe direttive << Va bene , allinearsi in posizione difensiva su questa barricata >> cominciò a dire agli aggressori velg che lo accompagnavano, accucciandosi lui stesso dietro al riparo, poi posò il dito sull'auricolare e voltò lo sguardo verso i sentinel alle sue spalle e disse << Scorta, mantenete la posizione alle nostre spalle e illuminate tutti i possibili bersagli. >> poi sollevò lo sguardo verso verso il valkirie << V-0 mantieni la posizione sopra le nostre teste e segnala tutti i possibili bersagli >> la risposta dei piloti dei veicoli furono immediate << Affermativo >>. Scrutando alle spalle dei sentinel era possibile vedere un hellhaund avanzare impetuosamente verso di loro e rapido Nikolaus ricominciò a dare direttive << Hellblade-51 spostati a destra dall'altra parte della postazione di atterraggio destra! >> non giuse alcuna risposta, ma il veicolo fece una sterzata senza nemmeno rallentare, dirigendosi verso la posizione desiderata. L'ufficilae tornò ad osservare la base oltre le barricate, cercando una qualsiasi reazione del nemico, ma nulla accadde, fino a quando, non inizziarono ad tanti piccoli puntini luminosi difronte a se, era uno spettaccolo innaturale a cui aveva gia assistito alla difesa della cittadella di Paenumbra I, aveva compreso i i loro avversari non erano gli incivili cultisti del caos, ma bensì gli abovinevoli demoni del caos.
Kaul, araldo di Tzeentch comparve a una ventina di metri dalla fortificazione dove i mortali si nascondevano. Fluttuava grazie al al suo disco e assaporò l'elettrizzante aria di guerra che si percepiva attorno a lui, si guardò attorno e cominciò a distribuire i suoi servi, posizionando affianco a lui tre pirodemoni. Il principe demone Ozaio, che serviva il suo stesso padrone apparve d'avanti all'hellhaun, mentre lo strazzia anime avanti al blocco netrale yalokiano. La stessa maschera si unì alla battaglia nascondendosi oltre la torre di atterraggio alla sinistra degli yalokiani. Ridendo follemente, Kaul gridò nella lingua demoniaca esaltazioni deviate per inneggiare alla guerra e comicniò scagliando un poderoso dardo di pura energia warp sul valkirie, causandogli un buon colpo che però non ebbe alcun effetto se non quello di scuotere lievemente l'equipaggio, mentre il principe demone Ozaio, conl medesimo potere non ebbe alcun risultato sul corazzato leggero. Il profanatore cominciò a sputare fuoco sulla squadra di aggressori velg, uccidendone uno.
<< DEMONIIII!!!>> Urlò Nikolaus nel comunicatore mettendosi al riparo dietro alle barricate, poi aggiunse << Squadra di scorta fuoco su quel coso enorme !!!>> non aveva altri appellativi per segnalare lo strazia anime, poi si alzò e urlò ai suoi uomini << fuoco a quegli sgorbi fluttuanti! >> prese la mira con il suo requem d'assalto e cominciò a sparare addosso ai pirodemoni, poi la squadra fece lo stesso, abbattendone due su tre. Nel contempo i sentinel cominciarono a lanciare missili cacciatori e a fare fuoco con i cannoni automatici contro lo strazzia anime. Esempio che poi fece un chimera apparso al fianco sinistro degli yalokiani, il corazzato leggero era apparso alle spalle della Maschera, che venne presto eliminata dalla squadra al suo interno, sopprimendola a colpi di fucili laser e lancia granate, il sergente della suddeetta squadra mollò la presa dal suo requiem pesante per portare la mano al comunicatore e dire << Sergente Sylas a rapporto, siamo a una trentina di metri a sinistra della vostra posizione, oltre la torre di atterraggio, odini ? >> la risposta di Nikolaus fu rapida e concisa << Fale una linea difensiva da quel lato affiancando il chimera! >> . Nel contempo un'altro chimera fece il suo ingresso nel campo di battaglia, affiancando l'hellhaund, facendo sbarcare la squadra ghost II. I fanti che scesero cominciarono a sparare con i lanciafiamme contro il principe demone, supportati dal cannone inferno del corazzato leggero, mentre il chimera scaglio il suo missile cacciatore contro lo strazia anime, ma anchesso, come tutto il resto non aveva ottenuto alcun risultato. Neanche l'arrivo di una squadra di incursori venom , atterrati alle spalle del colosso d'acciaio, armati di fucili termici riuscirono a scalfire la diabolica corazza. I piloti confusi del valkir, avanzarono per aggirare il minuto numero di demoni, posizionandosi alle loro spalle.
Ora la fredda e silenziosa base Orgoglio di Marte, si illuminò con le cruente luci delle esplosioni della guerra.
<< Rinforzi >> disse Kaul con voce calma, mentre avanzò lentamente verso verso la squadra dell'esegutore Nikolaus. Una nutrita squadra di demoniette apparvero al fianco del principe demone Ozaio, mentre Spikkateschi e un jugiernaut apparvero al fianco dello strazia anime illuminato dalle esplosioni. A causa di un incidente del fato una squadra di sanguinari di Khorne apparvero molto distanti dal cuore della battaglia. L'ultimo dei pirodemoni, avanzò verso gli incursori venom, bruciandone alcuni con il suo fuoco infernale, ma poi quando decise di agredirli fisicamente, venne ucciso dai vendenti delle lame lunghe degli esperti soldati, che non hanno nudda da invidiare ai fanti scelti della guardia imperiale. Ozaio invece scaglio nuovamente il suo dardo di energia warp contro l'hellhaund, immobilizzandolo, poi si scagliò contro la squadra dei Ghost II, dando inizio ad un lungo e sanguinoso combattimento. Lo strazia anime continuando a fare fuoco distrusse un sentinel causando una fragorosa esplosione. Kaul invece decise di ingaggiare in corpo a corpo la squadra di Nikolaus, eliminando sul colpo ben due aggressori, ma in egual misura gli umani risposero.
[ nità perse Lealiste 0 Caotiche 2 ]
Allo scontro si aggiunse un leman russ esegutore, pronto a rinforzare la linea difensiva dei sentinel corazzati. Nel caos della battaglia Nikolaus riuscì a dare ulteriori direttive ale varie squadre << Sentinel di scorta continuate a sparare al coso grosso! Incursori v-12 aggiratelo e distruggetelo ! Tutti gli altri fate fuoco contro i nuovi arrivati! >> , l'ufficiale yalokiano tolse l'indice della mano destra dall'auricolare per assestare un primo colpo di maglio potenziato contro l'araldo Kaul. L'ordine venne immediatamente eseguito, ma senza alcun risultato significativo se non il danneggiamento di parte dell'arsenale demoniaco. Il valkir, il leman russ ,la squadra Ghost I del sergente Sylas e il loro chimera di scorta fecero fuoco contro Spiccateschi e il suo jugernaut, esplosioni di granate, missili e micidiali salve di plasma eradicarono gli immondi seguaci di Khorne. L'hellhaund ed il chimera che aveva scortato la squadra Ghost II fecero fuoco contro le demoniette che erano al fianco del principe demone Ozaio. Quest'ultimo era ancora bloccato nel combattimento corpo a corpo contro la squadra veterana Ghost II.
[ Unità perse Lealiste 0 Caotiche 4 ]
<< Altri rinforsi !! >> cominciò a urlare Kaul, con un lieve accenno di rammarico notanco che nonostante la superiorità numerica la situazione stava volgendo a suo sfavore, due dei tre araldi erano morti, il principe demone era praticamente inutile a causa della sua inefficienza e ormai lo strazia anime era circondato e bersagliato dal fuoco pesante del nemico e a peggiorare le cose era il fatto che oramai lui stesso era troppo danneggiato e che probabilmente quell'ufficiale umano chiamato Nikolaus e la sua squadra lo avrebbero rispedito nel warp a breve. I rinforzi in arrivo furono un'altra squadra di demoniette, apparse vicino alla squadra del sergente Sylas, per tagliarlo fuori dal resto della formazione yalokiana, mentre in soccorso di Ozaio apparvero sei segugi di Khorne. Oramai Kaul sapeva che non sarebbero giunti altri rinforzi, al massimo poteva prendere tempo per far arrivare la squadra di sanguinari di Khorn che erano apparsi dalla parte opposta della stazione orbitale.
Lo strazzia anime si voltò e sputò fiamme infernali contro gli incursori venom alle sue spalle, per poi caricare i superstiti e risparmiare soltanto il sergentein fuga. Mentre le demoniette ridotte di numero, apparse affianco ad Ozaio con eleganza distrussero il valkirie saltando sul veicolo e assassinando i piloti con le micidiali chele e speroni. Kaul venne rigettato nel warp dall'ultimo colpo di maglio potenziato dell'esegutore umano.
[ Unità perse Lealiste 2 Caotiche 5 ]
Nikolaus prese un attimo di respiro appena l'araldo Kaul scomparve nel warp. Osservò la situazione e lesto diede ordini tramite le comunicazioni vox << che il sentinel e il leman russ mi tolgano di mezzo il demone meccanico ORA! >> poi si voltò verso il valkirie abbattuto << Hellblade elimina tutti i demoni che usano il valkirie come rottame! >> poi indicò che demoniette apparse al fianco sinistro che stavano tagliando fuori dalla formazione la squadra di Sylas << ok uomini andiamo! Abbattiamo quegli abborti !>> detto ciò avanzò contro le maligne creature sparando con il suo requiem d'assalto. La squadra di Sylas fece fuoco contro lo stesso bersaglio caricando nei lancia granate munizioni a frammentazione e grazie ad esse ed al fuoco concentrato l'intero gruppo di demoniette fu distrutto. Il chimera presente sul fianco destro e l'hellhaund fecero fuoco contro i segugi di Khorne eliminandoli, mentre il sentinel e il leman russ fecero fuoco contro lo strazia anime distrugendolo definitivamente e squagliandolo grazie alle esplosioni plasma. Pultroppo Ozaio schiacciò il sergente della squadra Ghost II con un pesante pestone così distrugendo l'intera squadra.
[ Unità distrutte Lealisti 3 Caotiche 7 ]
Ozaio, ormai libero dalla mischia ignorò il chimera e l'hellhaund al suo fianco e corse contro il leman russ buttandosi sopra di esso, sradicò la torretta con impressionante forza econ fiamme innaturali uccise l'intero equipaggio. La sua risata soddisfatta rieccheggio in maniera innaturale sul campo di battaglia, poi sollevò lo sguardo per godere della visione della guerra attorno a se, ma restò sorpreso nel vedere come stavano andando le cose. I sanguinari di Khorne erano lontani e poteva vedere le demoniette caricare incuranti del pericolo e dell'evidente disfatta la squadra di aggressori velg che scortavano l'esegutore Nikolaus. Nonostante le ambigue servitrici di Slaanesh uccisero tutti i selvaggi uomini che circondavano l'ufficile, quest'ultimo rispose con grande ferocia e fierezza. Ozaio comprese che non c'era più nulla da fare, l'incursione era fallita, osservò per bene il volto dell'ufficiale Nikolaus facendo un ghigno soddisfatto << ci rivedremo presto umano >>. Così come erano apparsi i demoni sparirono.
[ Fine partita 4 a 7 : vittoria lealista ]
+++ Comunicazione dell'esegutore Nikolaus Von Ghast : L'orgoglio di marte è proprietà yalokiana +++


Datacode 005
-Pareggio
L'Inquisitore Rocius ha impantanato la compagnia corazzata di Kaat il Massacratore con il suo nutrito gruppo di seguaci e paladini dalle armature splendenti .
La fede di entrambe le forze hanno fatto sì che nessuno potesse perdere o cedere.


Datacode 004
-Vittoria Lealista
Grazie ad una gran numero di legionari penali, il caporale Nolan del V Reggimento Yalokiano ha travolto i guerrieri del caos trincerati tra i costoni di ghiaccio, avanzando sotto la copertura dei Basilisk e della bufera di neve.
Gli obbiettivi erano due, una Thunderhawk dei Lupi Siderali precipitata e un marine ferito prigioniero a qualche centinaio di metri da essa.
Entrambi gli obbiettivi sono stati recuperati dalle forze yalokiane.


Datacode 003
-Vittoria Apocalittica Lealista
Il Tenente Gunter poteva sentire la terra tremare ad ogni esplosione, nonostante era al sicuro all'interno del suo Leman Russ Vanquisher. Da giorni ormai ormai i predicatori avevano messo sotto assedio la citta di Penumbra I, cercando di logorare il i difensori lealisti con una guerra di trincea. Un normale reggimento di guardia imperiale avrebbe retto per mesi a tale strategia, ma il 5° Reggimento Yalokiano era un'armata di elité, con un numero molto ridotto di soldati, ma ben addestrati.
<< Signore perché siamo qui fermi e nascosti ? Tutti stanno combattendo intorno a noi perché noi no? >> chiese con rabbia Boris, l'addetto al cannone laser, guardandolo dal condotto che collegava la torretta al resto del veicolo. Gunter era con le braccia incrociate, seduto comodamente con il volto parzialmente coperto dal suo beretto da ufficiale. << Gli ordini sono di attendere che Kaat si faccia vivo con il suo land raider >> disse con estrema calma, restando fermo in quella posizione. Una comunicazione dal comando risuono all'interno delle cuffiette del tenente << Tenente, i predicatori si sono decisi ad effettuare la loro avanzata decisiva, la preda è tra loro >>. Gunter restò per qualche secondo immobile, poi il resto del suo equipaggio poté sentire una crescente risata sadica e cacofonica. << Tutti ai propri posti ! Usciamo di qui! >> Il leman russ si mosse rapido uscendo dal cumulo di macerie che lo seppelivano, svoltando a sinistra e finendo a pochi metri di distanza dalla trincea della squadra Ghost I. Senza ulteriori indugi fu presa la mira verso il colosso d'acciaio che era ben visibile tra la neve, al centro della compagnia corazzata nemica in avvicinamento. << Scanniamoli come bestie ! FUOCOOO! >>

Barricati all'interno delle barricate, la squadra Ghost I era supportata da un chimera. << Sergente ! Sergente! Una comunicazione dal comando, è giunto il momento ! >> Il sergente Sylas si voltò verso il Vox operatore, sporco di neve, fango e cenere. Poi passò lo sguardo verso il resto della squadra. Yalokiani, intirizziti dal freddo, stanchi a causa della guerra continua, nervosi a causa delle munizioni in esaurimento. << Soldati in linea e fuoco di soppressione ! E' partita la controoffensiva dei predicatori e cercheranno di conquistare alune delle nostre posizioni di tiro e voi siete su una di queste! >> I soldati si alzarono tutti e si posizionarono tutti a ridosso dei sacchi di sabbia utilizzati come barricate. Raffiche brevi e precise vennero donate dai soldati ringhianti, mentre il nemico avanzava attraverso la bufera. Lo stesso sergente Sylas impugnò il suo mitragliatore requiem e cominciò a sparare contro i corrotti predicatori.
Il vox operatore affiancò il sergente con movimenti celeri e con voce decisa disse << signore è il comando, pare che è in arrivo l'incursione dem.... >> il ciarlare del soldato fu interrotto da un'improvvisa esplosione che prese in pieno la squadra. Ritronato dall'esplosione Sylas si rialzò in piedi, troppo scosso per rendersi conto dei proiettili che il namico stava lanciando nella sua posizione, fece qualche passo barcollante prima di finire nuovamente in ginocchio. Le mani atterarono su qualcosa di caldo, ci mise del tempo per realizare che si trattava di una mistura di fango e sangue, guardandosi attorno vide i suoi soldati straziati da un probabile colpo di cannone pesante, lo stesso vox operatore non era sopravvissuto. Il chimera al loro fianco continuava ad operare sparando con il mitragliatore laser verso i corazzati leggeri del nemico, mentre era affiancato dal Leman russ del tenente Gunter. Il sergente fu sorpreso nel vedere la reazione dei superstiti, che con stoicismo Yalokiano si rialzarono e ripresero a sparare verso il nemico,a fu ancora più sorpreso nel vedere delle ambigue scimmie affiancarli e utilizzare bizzarre armi mignaturizzate mai viste prima. Inizialmente pensò che era uno scherso della mente, ma poi realizzò che qualcosa era cambiato, un improvviso e sconosciuto alleato era giunto in proprio aiuto.

Quando la rampa si abbasò una folata di vento freddo entrò nel vano passegeri del chimera, ma i selvaggi aggressori velg erano temprati e ne risultarono indifferenti. Questi ultimi ora potevano vedere il loro primo bersaglio, un grosso principe demone che che avanzava verso la loro posizione seguito da rhino dei marine corrotti della Legione dei Predicatori e demoni infernali, ma i guerrieri yalokiani risultarono indifferenti anche alla paura di tale vista e al cenno del capo agressore Gultar, tutti avanzarono ruggendo verso il colosso demoniaco con asche e coltellacci ben stretti tra le mani. Il demone fu messo in seria difficoltà dalla carica folle e selvaggia dei guerrieri coperti di pelliccie, ma in soccorso del principe stava per giungere un suo simile che con orgoglio ostentava il machio del dio della mutazione e del fato. Per gli aggressori velg, sarebbe stata la fine se non fosse per l'intervento dei misteriosi guerrieri in armatura argentea, armati di minaciose lame psioniche. Solo cinque di codesti guerrieri bastarono a eliminare il nuovo colosso demoniaco concedendo il tempo ai selvaggi coscritti di eliminare il loro principe con asce e tenacia. Al fianco dei nuovi e sconosciuti alleati, avanzarono verso l'orda demoniaca, sotto la copertura di leman russ e dei chimera, inconsci del fatto che tutti sarebbero morti, tra neve e ghiaccio, facendo si che il fianco sinistro potesse rimanere nelle mani lealiste fino alla fine dello scontro.

Nei celi iniziarono ad apparire delle stormraven di color argenteo, che posizionatesi sopra le posizioni di tiro, fecero sbarcare i loro guerrieri protetti dalle armature potenziate. Tali guerrieri riuscirono a tenere lontani i demoni. Il trionfo fu quasi totale, apparte una lontana posizione di tiro, irrimediabilmente perduta. Controlata dai guerrieri favoriti delle divinità perniciose.
Alla fine di tale scontro, Gunter riuscì a strappare solo un cannone del land raider di Kaat il Massacratore, il sergente Sylas riuscì a mantenere la posizione grazie all'ausiglio di un Inquisitore dal nome sconosciuto e dei barbarici aggressori velg nessuno potè gioire della vittoria. I misteriosi guerrieri dall'armatura argentea svanirono rapidamente, non lasciando di se nessuna traccia, nemmeno il ricordo, lasciando al 5° Reggimento Yalokiano l'impressione di essere invincibile e di aver danneggiato seriamente le forze d'assedio dei predicatori.

D'innanzi all'imponente portone della città di Penumbra, quattro delle cinque posizioni di tiro necessarie ai caotici furono conquistate dai difensori, demolendole in seguito per un inevitabile ritirata. Una soltato fu conquistata dai legionari traditori.
Così facendo i danni furono limitati, ma la guerra per Penumbra era appena cominciata.

Datacode 002 -Vittoria lealisti
L'esegutore Ragur poteva vedere la compagnia corazzata della Legione dei Predicatori muoversi tra gli speroni rocciosi, un imponente land raider, tre rino di scorta e un profanatore, “prede facili” pensò l'ufficiale del V Reg. Yalokiano. Si voltò verso i suoi ogryn, per assicurarsi che fosse tutto in ordine e dopo lanciò il razzo di segnalazione, l'imboscata poteva iniziare.
I sentinel esca, cominciarono a ripiegare facendo fuoco con i loro cannoni automatici, danneggiando il profanatore che venne in seguito rottamato con i cannoni laser della seconda squadra di sentinel, ben nascosta sul fianco sinitro della compagnia corazzata caotica. Il leman russ vanquisher del sottotenente Gunter cominciò ad aprire il fuoco contro il land raider, ma con ben pochi risultati, effetto simile ebbero i missili del manticore. La formazione dei predicatori avanzava disordinata, quasi del tutto incapaci di rispondere al fuoco. L'esegutore Raugar fece partire il secondo razzo di segnalazione e inpugnata la sua spada potenziata uscì dal suo riparo per andare in contro al nemico, sotto il fuoco di copertura dei mezz'uomini, la stessa cosa fecero le altre due squadre, appostandosi per dare il fuoco di copertura al leman russ Esegutore, pronto a fare a brandelli i marin del caos. D'un tratto dal celo cadde qualcosa di enorme, un principe demone che lesto si sbarazzò di uno dei sentinel esca e l'altro fu finito con un colpo di cannone laser del possente land raider, la risata del demone fece raggelare i cuori dei soldati della squadra Ghost, li vicina che cominciarono ad apriore il fuoco contro il demone con i lancia granate. Nel contempo lo scontro a fuoco che imperversava aveva fatto si che un rino venisse distrutto, il land raider era stato danneggiato gravemente dal vanquisher di Gunter immobilizzandolo e distruggendogli armi e sensori, ma il favore venne ricambiato.
L'esegutore e i suoi ogryn inpattarono contro i predicatori sbarcati dai rino, desiderosi di sangue e poco dopo, vennero raggiunti del letale carico del land raider, Valard il campione di Kaat e i suoi terminator. L'esegutore fu circondato, mentre tutt'attorno i suoi ogryn morivano causando perdite ai predicatori, ma alla fine furono sopraffatti. Valard stesso staccò la testa all'esegutore, poi si voltò per vedere la distruzzione che i suoi marine avevano portato al resto della compagnia yalokiana, ma restò incredulo. Il principe era stato devastato dai cannoni plasma del leman russ esegutore e il resto delle sue squadre soppresse dal fuoco preciso dei fucili laser e plasma delle due quadre di fanteria yalokiana, i ghost e aculeo. Tutti i suoi veicoli furono distrutti dai cannoni laser dei sentinel e dai missili del manticore. Ora erano circondati, il campione di Kaat e un pugno di marine. Pieno di rabbia e di risentimento decise di fare un'ultima feroce carica, ma che venne rapidamente soppressa. L'imboscata era riuscita, e come erano apparsi così scomparvero gli insidiosi yalokiani.

BATTLE REPORT GIUGNO


Datacode 001 -Vittoria Caos, Orki, Tiranidi ed Eldar Oscuri

Evento Catena dei Ghiacci
Bunker del dipartimento munitorum
19 Ore dopo la perdita di segnale col Generale Kevin Blame.
Il generale Cornelo attendeva da ore ormai qualche aggiornamento, speranzoso che il segnale si riagganciasse ai soldati al fronte. I servitori continuavano a lavorare senza sosta, reggistrando in continuazione centinaia di informazioni. Finalmente un ufficiale della flotta raggiunse la buia sala ed attraversò con lunghe falcate la distanza che lo separava dal generale del dipartimento munitorum. Cornelo sorrise compiaciuto, ma tale sorriso svanì rapidamente quando nella penombra, scorse il volto torvo dell'ufficiale. Quest'ultimo, dopo un rapido saluto, consegnò dei fogli. Il generale Cornelo osservò subito la foto, non era molto nitida, ma era ben comprensibile ciò che rappresentava. Lentamente l'ufficiale della flotta disse << E' la foto di uno dei nostri ricognitori e risale a poche ore fa >> fece un attimo di pausa, poi aggiunse << un vero disastro >>. Il volto del generale si incupì d'improvviso poi una smorfia dovuta all'ira e all'orrore corrugò il suo volto, gettò i fogli a terra con uno scatto secco, inorridito dalla visione di quella foto ove si vedevano i corpi mutilati e appesi di numerose guardie e lupi siderali. << Che sorte è capitata alla compagnia Mak? >> chiese lesto Cornelo, fissando con i suoi occhi di un verde intenso l'ufficilae della flotta, quest'ultimo scosse la testa << Distrutta in un imboscata tiranide >> . Cornelo si lasciò cadere sulla sedia, sconvolto << tutte le risorse che abbiamo impiegato in questa operazione e questo è il risultato ? >> Si posò entrambe le mani sulla sua fronte, ormai rugosa per l'avanzata età. << La stazione missilistica è ancora nostra, i veterani del Generale Blame sono riusciti a difenderla senza dannegiare la struttura >>. Cornelo la trovò una magra consolazione, sospirò rialzandosi in piedi e risistemandosi la divisa, sospirò profondamente, poi osservò gli schermi e disse severo << Studiamo la prossima mossa, voglio quel cane di Kaat morto >> osservò gli schermi e cominciò a riflettere, deciso a riprendersi Savius.

1 commento:

Blogger ha detto...

New Diet Taps into Pioneering Idea to Help Dieters Lose 20 Pounds in Only 21 Days!